Storia - GIOIELLERIA BONER in Piazzetta Monte dal 1928

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia


Dal 1928 in piazzetta Monte

La lunga storia iniziata nel 1928 è una storia preziosa che racconta di passione per l’arte orafa, di competenze e sapere antico ma soprattutto di profonda conoscenza di un mondo affascinante, complesso e in continua evoluzione.

Oggi, infatti, il consumatore ama essere stilista di sé stesso, sa trasformare stili e mescolare gioielli di marca con prodotti un-branded. Uno scenario nuovo che richiede per chi vi opera, sensibilità, flessibilità e dinamismo.

Una competenza, quella di Marziano Boner che gli è stata tramandata dal padre dal quale ha appreso le tecniche di lavorazione orafa: preziosi insegnamenti che hanno completato e integrato la formazione della Scuola Orafa di Valenza.


Un’officina di idee e di creazioni orafe

Creazioni artigianali che non seguono le mode ma vogliono anticiparle.

Competenza, intuito, attenzione alle evoluzioni del gusto e capacità di assecondare un diffuso desiderio di personalizzazione sono le caratteristiche che completano la professionalità della Gioielleria Boner.
Esperienza al servizio della clientela: la disponibilità e la cortesia sono, da sempre, caratteristiche della consolidata presenza a Verona, la stima e la fidelizzazione dei suoi clienti ne sono la prova. Caratteristiche che, da sempre, sono proprie della Gioielleria Boner.

Il laboratorio orafo offre anche un servizio di progettazione e rielaborazione di gioielli, di assistenza e riparazione, di perizia e consulenza in gemmologia. L’autorevolezza e la qualità della perizia sono garantite della certificazione di esperto gemmologo GIA (Gemological Institute of America) . Il prestigio e la qualità sono garantite da un’attenta ricerca e selezione dei marchi distribuiti sia per la gioielleria che per l’orologeria e l’argenteria.

Il suo estro creativo trova espressione profonda nelle preziose realizzazioni, frutto di esperienza, di curiosità e di ricerca: lo ispira la natura nelle diverse espressioni ma tutto può essere fonte di ispirazione: oggetti, emozioni, viaggi e l’arte in tutte le sue forme. TORNA INDIETRO...

 
Torna ai contenuti | Torna al menu